Festa del Beato Scalabrini

01.06.2021
Chiesa-Fede, Migrazione

Il primo giugno si fa memoria del Beato Giovani Batista Scalabrini a 116 anni della sua morte (1.06.1905).

Il beato G.B. Scalabrini (1839-1905) ha vissuto in un'epoca di grandi trasformazioni e ne ha conosciuto i drammi. Allora, migliaia e migliaia di italiani e di altri europei lasciavano il loro paese a causa della povertà e andavano incontro alle incertezze e alle sofferenze dell'emigrazione. G.B. Scalabrini avrebbe potuto fermarsi alla compassione per tanto dolore e, invece, si è posto la domanda: "Come intervenire?". Si è assunto la responsabilità per i migranti che vedeva, agendo a loro favore a tanti livelli.

“Profondamente innamorato di Dio e straordinariamente devoto dell’Eucaristia, egli seppe tradurre la contemplazione di Dio e del suo mistero in un'intensa azione apostolica e missionaria, facendosi tutto a tutti per annunciare il Vangelo”   (Giovanni Paolo II)

Links:

Missionari Scalabriniani

Suore Missionarie Scalabriniane

Missionarie Secolari Scalabriniane

La emigrazione è legge di natura.
Il mondo fisico, come il mondo umano soggiacciono a questa forza che agita e mescola, senza distruggere, gli elementi della vita, una forza che trasporta organismi nati in un determinato punto e li dissemina per lo spazio, trasformandoli e perfezionandoli in modo da rinnovare in ogni istante il miracolo della creazione.

Emigrano i semi sulle ali dei venti, emigrano le piante da continente a continente portate dalle correnti delle acque, emigrano gli uccelli e gli animali, e, più di tutti, emigra l’uomo, ora in forma collettiva, ora in forma isolata, ma sempre strumento di quella Provvidenza che presiede agli umani destini e li guida, anche attraverso le catastrofi, verso la metà ultima, che è il perfezionamento dell'uomo sulla terra e la gloria di Dio ne’ cieli.

Questo ci dice la divina Rivelazione, questo c’insegnano la storia e la biologia moderna. Ed è solo attingendo a questa triplice fonte di verità che potremo desumere le leggi regolatrici del fenomeno migratorio e stabilire i precetti di sapienza pratica che lo debbono disciplinare in tutta la sua ricca varietà di forme.

Beato Giovanni Battista Scalabrini, Torino (Italia), 1899

Articoli blog simili

25.07.2021

Attualità, Chiesa-Fede

Abbiamo davanti un anno per ringraziare

Il 25 luglio 2021 la comunità delle Missionarie Secolari Scalabriniane, a partire dal suo inizio, compie 60 anni di vita. La storia è iniziata, infatti, da un sì incondizionato a Dio di Adelia Firetti, pronunciato personalmente nella chiesetta dello Spirito Santo a Solothurn (CH) il 25 luglio 1961, senza avere davanti una strada già fatta. Non poteva immaginare, infatti, che sarebbe sorto nel tempo un nuovo Istituto Secolare, che la Chiesa avrebbe approvato nella Pasqua 1990.

Continua a leggere

10.01.2021
Solothurn (CH)

IBZ Solothurn, Chiesa-Fede

Avvento e Natale in collegamento "live"

A Solothurn il vescovo Felix e il vescovo ausiliare Denis hanno proposto di celebrare le Messe diocesane di Avvento e Natale in collaborazione con le Missionarie Secolari Scalabriniane nella chiesa di St. Joseph presso l’IBZ-Scalabrini. Le celebrazioni possono essere seguite “live” o come “replay”.

Continua a leggere

11.12.2020
Stuttgart (D)

Migrazione

La grammatica dell'incontro

L'11 dicembre 1990 a Stoccarda è iniziata un’avventura di incontro e di formazione: il corso di tedesco con migranti e rifugiati. Fermiamoci insieme per ringraziare e cercare di cogliere qualche chiave importante di questa storia di trent’anni.

Continua a leggere